Islam non è moderato

i satanisti anglo americani farisei SpA Fmi, CIA, Rothschild AIPAC ] loro hanno i satelliti per vedere ogni cosa in Iraq e Siria, eppure non sono mai intervenuti, se lavorassero senza infingimenti? oggi, ISIS sharia, oggi non esisterebbe più!

chrome NWO 666 ] è grave? [ il tuo correttore ortografico ha voluto sostituire il mio termine " indispensabile " con il suo termine " indispensabile ", infatti il mio " indispensabile " è sempre un errore per lui, non è che questo tuo strano comportamento, è un filtro ortografico per inibire i motori di ricerca??

ogni religione è merda, se, tu non capisci che è indispensabile rinascere: ad una natura spirituale, per morire ad un modo carnale di pensare! MA, CERTE RELIGIONI TALMUD CORANO devono essere totalmente diaboliche!?

è VERAMENTE VERGOGNOSA LA MANIPOLAZIONE DELLA STORIA, HANNO FATTO UN PROGRAMMA: "I DITTATORI", E VI HANNO MESSO DENTRO GHEDDAFI insieme a STALIN ] questo occidente massonico usurocratico senza sovranità monetaria è un satanismo ideologico, teosofia satanica GENDER evoluzionismo religione, un pervertimento assoluto: dei fondamenti della scienza della storia e della morale, infatti tutt'oggi nessuno condanna il nazismo sharia, che produce la galassia jihadista, perché tutti aspettano la guerra mondiale, infatti la LEGA ARABA dei nazisti PRAVY SECTOR serve alla NATO per uccidere la Russia ] così tutti i popoli del mondo devono pagare il signoraggio bancario a Rothschild e dobbiamo diventare tutti atei e satanisti rotti di culo [ Jeremy Corbyn è pronto a compiere un passo storico se diventerà leader del Labour: chiederà scusa per la guerra in Iraq ai britannici e agli iracheni. E' quanto sostiene il candidato socialista e pacifista al Guardian. E ha aggiunto che il suo partito "non si befferà mai più dell'Onu e delle leggi internazionali". Riferendosi alla Chilcot Inquiry, l'inchiesta sull'intervento britannico nel conflitto, Corbyn ha detto che i suoi esiti sono superflui perché sono già chiari gli errori commessi.

quella bestia della First Ladies of Pakistan, è venuta in Italia a dire che noi dobbiamo trattare bene i migranti islamici, quando i loro cristiani, che erano li prima del loro maledetto profeta loro se li mangiano a colpi di blasfemia ed apostasia, in tutta la LEGA ARABA si dovrebbero tutti vergognare!

KING MY SALMAN ] questa mattina al risveglio, lo Spirito Santo mi ha portato alla mente questo ricordo, che, potrebbe essere utile per te e per tutti: le parrocchie hanno l'impegno di fare i campi estivi, per gruppi di età, quindi io conducevo con il viceparroco, un gruppo di preadolescenti. io entro in un ambiente, dove un ragazzino cercava forzatamente di baciare una sua amichetta, ed io a quella scena, io cerco di non intromettermi, di uscire rapidamente da quel luogo, ma, entrambi i preadolescenti, nessuno di loro avrebbe voluto essere giudicato colpevole di qualcosa, ai loro ed ai miei occhi, quindi entrambi corsero verso di me, per mettersi entrambi sotto la mia protezione! ENTRAMBI ERANO SICURI, CHE VENENDO DA ME, SOTTO LA MIA PROTEZIONE, SAREBBERO STATI RITENUTI NON COLPEVOLI!

MY KING MY SAUDI SALMAN ]  nessuno considera, a motivo della infinita disperazione che alimenta la distruzione dell'inferno, che, anche l'Inferno è un luogo di misericordia.. ecco perché, Dio impedisce ai demoni ed alle anime dannate di disperarsi in modo infinito, in realtà, ogni resistenza verrà disintegrata nel giorno tremendo e salvifico del giudizio universale! ECCO PERCHé, ALLE ANIME PENTITE DELL'INFERNO VERRà OFFERTA UNA POSSIBILITà ESTREMA, CHE MOLTI RIFIUTERANNO E CHE MOLTI ACCETTERANNO, IO CREDO CHE, IL 50% DI TUTTI I DEMONI E DI TUTTE LE ANIME DANNATE POTRANNO RICEVERE LA MISERICORDIA UNIUS REI, e se, possono essere salvati loro che sono morti, perché, non dovresti essere salvato tu, che tu sei ancora vivo?

my more big brother KING MY SAUDI SALMAN ]  e se qualcuno, in questo mondo, lui poteva essere ritenuto innocente? poi, lui sarebbe ancora un cittadino del paradiso terrestre e non sarebbe caduto in questo pianeta! Ecco perché ogni uomo che è benedetto dalla luce della GRAZIA di Dio nostro JHWH, lui riterrà se stesso: "colpevole", infatti, soltanto i colpevoli possono ricevere: salvezza e misericordia!

king Salman ] bada a te, se il tuo islamico sharia, lui mi fa punire un altro mio canale, io ti faccio strisciare su tutte le pietre arroventate dell'inferno! Pop Shenouda said that s enough Amr Adib ] [  è scritto creative common, riutilizzo consentito, quindi io non cancello più questo video ? https://www.youtube.com/watch?v=Ksx1RjbE7w0 ? ] OK PER SALVARTI LA VITA? IO HO PREFERITO DISTRUGGERE QUESTO VIDEO!

============

EIH OBAMA, IL GENDER DARWIN TI HA FATTO MALE ALLE EMORROIDI DEL CERVELLO ] tu mi devi rispondere! Erano peggiori le armi chimiche di Assad, o è peggiore la galassia jihadista che tu hai: armato finanziato ed addestrato in Turchia? [ TU CON UN COLPO DI SPUGNA TU HAI CANCELLATO 2000 ANNI DI CRISTIANESIMO IN SIRIA IRAQ E COSSOVO, E COME TI VIENE BENE, TU STAI STERMINANDO TUTTI I CRISTIANI IN AFRICA! stop, smettila di seguire questo crimine di califfato sharia nazismo genocidio saudita per il mondo!

Benjamin Netanyahu ] all Jews 666 ILLUMINATI, with paternal genealogie, that they WILL kill you SHOAH? they are ALL into culto BAAL TALMUD SpA of International Monetary Fund SPA

Benjamin Netanyahu ] sostanzialmente funziona così, se, le cose le dico io, io posso anche, non essere creduto, ma, se le dice un dichiarato sacerdote di satana, ai vertici più di Obama nel NWO, lui verrà creduto certamente! [ chi in AIPAC ha mandato 6 milioni di ebrei, nei forni crematoi di Hitler? LUI è LO STESSO CHE TI farà UCCIDERE da sharia! se, lui non ti uccide? lui perderà il controllo satanistico, alto tradimento signoraggio bancario sistema massonico poteri occulti ed esoterici Nuovo Ordine Mondiale del pianeta! ] 187AUDIOHOSTEM [The Jews Are? Not God's Chosen People...It Is Written]
"Jezebel II queen IMF-NWO" Posted Comment "Jews are only the eldest? brother!..." Answer: being "eldest brother" does NOT guarantee anything! lol >;-)
 187AUDIOHOSTEM [Gli ebrei non sono di Dio popolo eletto ... It Is Written] "Jezebel Elisabet II regina FMI NWO" commento postato "Gli ebrei sono solo il fratello maggiore ...!" Risposta: essere "fratello maggiore" non garantisce nulla! lol>;-)

NON SO QUALE NAZIONE VIENE INVESTITA DA 5000 MISSILI, E POI, PUò ANCHE, ESSERE ACCUSATA DI USO ECCESSIVO DELLA FORZA! ] so io come darvi l'uso eccessivo della forza, brutte troie di satana! [ ONU AIA UE sono diventati terroristi islamici, sharia HAMAS culto Califfato Nuovo Ordine Mondiale, a Maometto Allah piace SpA FMI GENDER sodoma culto imperialismo! ] [ Gaza, 80 morti e 365 razzi. Onu a Israele, 'uso eccessivo della forza' Ok Hamas adesione palestinese Corte Aja  ] QUESTO DEI FARISEI SALAFITI MASSONI BILDENBERG OBAMA CALIFFO è TUTTO UN INCIUCIO DI DEMONI! NON è CHE TRA DI LORO C'è AMORE, NO! I SATANISTI HANNO SOLTANTO IL SODALIZIO DI UCCIDERE I MARTIRI CRISTIANI, QUINDI, IL VERO OBIETTIVO è FARE IL GENOCIDIO DEGLI ISRAELIANI! Vogliono le merde saudite Erdogan 322 Bush, prendere con la forza, tutto quello che mai potrebbero conquistare con la giustizia.

quando il sacerdote di satana: 322 Bush ha visto il provino hollywood di Obama GENDER, lui ha detto: "questo pappagallo non è sufficientemente bravo a fare l'attore, quindi, lui può fare il politico! " poi, la scheda di Obama è passata sulla scrivania di Rothschild che ha dato il suo "OK" poi, Obama ha fatto tutta la sua Carriera Massonica, per poter diventare Presidente, bestemmiando continuamente la Bibbia, e spergiurando sulla Costituzione! Quando la sua personalità era distrutta e completamente malleabile, poi, lui è diventato il Presidente degli Stati Uniti! QUESTA è DIVENTATA LA POLITICA NEL MONDO DEL MONOPOLIO SPA BANCA MONDIALE, UN TRAGICO SPETTACOLO!

Salman SHARIA NAZISM GENOCIDIO Arabia Saudita ALLAH AKBAR MORTE A TUTTI GLI INFEDELI ] circa il presunto pene di Kerry 322 NWO SPA FMI, tutti i popoli possono diventare il " 322 teschio con le ossa" perché Satana è Dio, il tuo alleato.. io conosco bene che, qualcuno può avere il pene più lungo di altri, e tutte le tecniche bestialismo per avere un pene da "spadone", ma, in questo caso, io parlavo di un sacerdote di satana, che, lui ha dato il suo prepuzio al gatto, e che ha aggiunto 7cm glande prepuzio di un cadavere, infatti, il colore della pelle di questi 7 cm che sono stati aggiunti, al suo pene, sono di un colore diverso dal resto del corpo!

========
Circa, una mia alta autorità, che, lui è venuto nel sogno a chiedermi di rimuovere quello che io ho scritto su di lui? IO POSSO AFFERMARE, CHE NON HO MAI ODIATO NESSUNO NELLA MIA VITA, E CHE NON POSSO MANIPOLARE LA TESTIMONIANZA DELLA MIA VITA, SENZA DISTRUGGERE IL MIO MINISTERO ED ABBANDONARE A SATANA IL GENERE UMANO! IO NON MODIFICHERò NULLA DI QUELLO CHE IO HO GIà SCRITTO, NON ACCETTO RICATTI, DA CHI DISONESTAMENTE MI HA GIà CALUNNIATO E FATTO DEL MALE, E IO SONO PRONTO AD AFFRONTARE QUALSIASI CONSEGUENZA.

Benjamin Netanyahu ] SE, questo nostro tempo maledetto dai Bildenberg, massoni sauditi Erdogan Bush 322 sacerdoti di satana, usura Spa Banca Mondiale monopolio monetario, truffa signoraggio bancario, sistema massonico, poteri occulti ed esoterici, cioè, se questo fosse ancora, il tempo dei Profeti di Israele? loro scriverebbero un altra Bibbia, tutte piena di cose raccapriccianti!

CIA and Saudi Arabia? stabbed Pakistan, because, TALEBANI ISIS Al Qaeda is their creation

my ISRAELE ] io sono sconvolto dall'odio satanico e DI ANTICRISTO, anticristiano ED ANTI MESSIA, PER SOFFOCARE LE RADICI EBRAICHE, dove Dio JHWH le ha messe, per dire che l'Islam è non soltanto genocidio ma, vero satanismo, che tutto questo male nasce da: 1. farisei massoni Talmud SpA Fmi NWO, LA USURA BANCARIA INTERNAZIONALE CHE HA RUBATO LA SOVRANITà MONETARIA AI POPOLI, CHE, PER QUESTO SONO STATI INDEBITATI E SONO STATI PRIVATI DELLA LORO SOVRANITà POLITICA. 2. Salafiti Corano Sharia Califfato mondiale, 3. la ideologia del GENDER che impone la virtù raccapricciante di ogni perversione sessuale, l'abominio dei sodomiti, 4. gli atei massoni, che si riconoscono per la teoria della evoluzione, così assurda e irrazionale da essere diventato un credo religioso dogmatico 5. ecc.. tutti loro hanno diffuso nel mondo, l'odio contro i santi di Dio: i martiri cristiani! QUANDO SI DICE CHE DIO JHWH è AMORE, SI DICE UN suo  specifico NOME: "AMORE", CHE è ANCHE, un fondamentale ATTRIBUTO DI DIO! ecco perché, chi odia o danneggia persone pacifiche, che, loro camminano sulla via della virtù, questi criminali seguaci del demonio non potranno mai entrare nel Regno di Dio! c'è una caratteristica fondamentale ed universale per i veri adoratori di Dio: "rinnegare le opere egoiste della carne: lussuria, avidità, sete di potere, e vivere per le esigenze dello spirito santo" tutti coloro che mettono a morte l'uomo carnale: bramoso di vizi e peccati, hanno un chiaro obiettivo spirituale, e sono uomini spirituali che vivono per glorificare l'amore di Dio! Al di fuori di questa logica nessuno potrà salvare se stesso dal fuoco dell'inferno! Anche perché, soltanto la amicizia personale con Dio (Giustizia, Verità Amore universale fatte azione politica) è salvifica, infatti nessuna pratica religiosa(tradizioni, culto) può essere salvifica. La mancanza di amore universale, e di giustizia operativa (ogni uomo è mio fratello, ogni vita è sacra), svuota di ogni significato salvifico qualsiasi cosa!


my ISRAELE ] circa la galassia jihadista, tutti possono osservare l'ovvio: cioè, la Galassia Jihadista sharia, essa fa gli interessi imperialistici e geopolitici della LEGA ARABA sharia, IL PEGGIORE NAZISMO DELLA STORIA. Quindi è soltanto una truffa l'impegno della Comunità internazionale per contrastare il terrorismo islamico! Coloro che non condannano il nazismo omicida della sharia nella LEGA ARABA, sono di fatto i complici e i diffusori della galassia jihadista, che ha strutture, finanziamenti, logistica internazionale islamica, che soltanto le Nazioni complici possono offrire loro! Questa congiura: USA Saudita Turca, finirà necessariamente in tragedia! Sono loro che in Siria ed IRaq a vario titolo hanno portato i ribelli, che hanno la ideologia del genocidio di ogni diversità del credo sunnita wahhabita! ecco perché ogni islamico è un terrorista! E LA SPREGIUDICATEZZA CRIMINALE DI QUESTA POLITICA A GUIDA SAUDITA, OCI ONU LEGA ARABA, è COSì SPREGIUDICATA CHE STA METTENDO IN PERICOLO LA SOPRAVVIVENZA DI UNA RELIGIONE POTENZIALMENTE POSITIVA COME L'ISLAM A LIVELLO MONDIALE. perché sono gli islamici che hanno deciso di fare dell'Islam un satanismo senza speranza di redenzione! ECCO PERCHé PRESTO CI TROVEREMO DI FRONTE AD UN BIVIO: "O LA VITA DELL'ISLAM" OPPURE "LA VITA DI TUTTO IL GENERE UMANO!"

TSIPRAS? MEGLIO PER LUI CHE NON FOSSE MAI NATO! LUI HA TRADITO LA SOVRANITà COSTITUZIONALE, TUTTO QUELLO CHE DI PIù SACRO SI POTEVA TRADIRE!

martyrs of Otranto slaughtered ] [ IERI è sharia, come oggi è sharia, passano i secoli, ma la struttura criminale dell'Islam rimane immutata! [ IN LIBIA STRANAMENTE TURCHIA E ARABIA SAUDITA SI DIVIDONO IN FAZIONI CONTRAPPOSTE, PERCHé SIA ISIS SHARIA A PREVALERE! gli islamici sono come i sacerdoti di satana 322 Bush, non hanno nessun rispetto per la sacralità della vita umana.

MY HOLY JHWH ] ma, con che tipo, con genere: GENDER, tutte le bestie talmud sharia di satana, io sono costretto a stare in contatto, ogni giorno?




****************
Contro il mito della “Primavera araba”.
di Tommaso Monfeli.
25/09/2012 15:45:12.

RELAZIONE PRESENTATA AL CONVEGNO SULLA LIBERTA’ RELIGIOSA DEI CRISTIANI (MEMORIAL ORIANA FALLACI - FIRENZE, 16 SETTEMBRE 2012).

Signore e signori, buongiorno. Dividerò il mio intervento in due parti. Nella prima, intendo presentare brevemente l’associazione “Vincere la paura” (“Overcoming fear”), costituita nello scorso mese di giugno per iniziativa della Dott.ssa Valentina Colombo, esperta di geopolitica del mondo islamico, e collegata al movimento politico “Io amo l’Italia”, fondato dall’europarlamentare ed ex vicedirettore del Corriere della Sera Magdi Cristiano Allam, convertitosi al cristianesimo e battezzato dal Sommo Pontefice Benedetto XVI nella notte di Pasqua del 2008, di cui faccio parte assieme ad altri avvocati.

L’associazione nasce dalla consapevolezza che la minaccia jihadista, ha ormai travalicato i limiti geografici del mondo islamico (che l’islam peraltro, non riconosce, considerandoli un retaggio di imposizioni coloniali occidentali) e si è insediata in tutta Europa, grazie alla connivenza dei paesi occidentali con le nazioni esportatrici di petrolio ed all’ideologia del relativismo, del multiculturalismo e del terzomondismo, che si traducono in legislazioni particolarmente tolleranti e favorevoli nei confronti dell’immigrazione islamica e degli usi e costumi della stessa sharia.

Una delle tecniche del jihad è la costante intimidazione dell’avversario e la sua demonizzazione, che qualcuno ha definito “reductio ad Hitlerum”. Chiunque, in nome della libertà di espressione, si permette di criticare i comportamenti tenuti in vita da Maometto, che per i fedeli musulmani assumono valore normativo, o di evidenziare gli aspetti della civiltà islamica che appaiono più problematici alla luce della cultura occidentale (sia dal punto di vista del cristianesimo, sia da quello più propriamente laico, che trova espressione nei cataloghi dei “diritti umani”) viene immediatamente tacciato di essere un nemico dell’islam, reazionario, additato a pericolo pubblico da imbavagliare e spesso, quando diviene oggetto di “fatwa”, deve temere per la sua stessa incolumità personale, al punto da dover emigrare, o vivere sotto tutela addirittura, dentro casa propria. Celebri sono i casi, per restare ai più famosi, di Salman Rushdie, Ayaan Hirsi Ali e dello stesso Magdi Cristiano Allam, personalità tra loro assai diverse quanto a riferimenti valoriali e formazione culturale, che si sono ritrovati accomunati dall’essere minacciati di morte da integralisti islamici per quanto contenuto nei loro scritti. Inoltre, nelle nostre metropoli occidentali vi è tutto un sottobosco di situazioni in cui persone di religione cristiana (a volte immigrate da paesi musulmani proprio per sfuggire alla persecuzione) si ritrovano minacciate da fanatici musulmani e vedono compromessa la loro libertà personale, ma che non balzano agli onori della cronaca perché non coinvolgono personaggi di primo piano. Recentemente, lo cito solo a titolo di esempio, mi sono occupato professionalmente della difesa di una madre di famiglia egiziana di religione copta la quale, fuggita in Italia dall’Egitto, per sottrarsi ad atroci vessazioni (porta ancora sul volto i segni di una sfregiatura, con l’acido subita da giovane) si è ritrovata perseguitata, oltraggiata e minacciata da un estremista islamico, per le vie di Milano! Si tratta di fenomeni purtroppo in crescita, anche se, ripeto, i media se ne occupano solo, quando ci scappa il morto oppure quando ad essere vittima di simili minacce o violenze sono personaggi di spicco del mondo politico, culturale o intellettuale. Altro fenomeno da non sottovalutare è la tendenza, da parte degli immigrati islamici che vengono a contatto con una civiltà che a loro appare inaccettabile, moralmente corrotta e decadente (e sotto questo aspetto dobbiamo riconoscere che possono avere le loro ragioni), a rifiutare i costumi di vita occidentali ed a rifugiarsi nella sharia, quanto meno per individuare i comportamenti da tenere all’interno delle loro famiglie. Così abbiamo avuto in Italia casi di ragazze adolescenti uccise in modo rituale dai loro stessi congiunti di sesso maschile perché, ad esempio, avevano iniziato una relazione con un ragazzo italiano non musulmano oppure perché rifiutavano il velo e si vestivano con un abbigliamento uguale a quello dei loro coetanei italiani, giudicato troppo occidentale e quindi sconveniente. Anche qui, posso limitarmi a ricordare i due casi più tragici e famosi, quelli di Hina e Sanaa, uccise in Italia – un paese che si definisce laico - dai loro stessi familiari in quanto rivendicavano nei loro comportamenti quotidiani un’indipendenza incompatibile con i dettami della sharia.

Di fronte a minacce di questo tipo, di cui ancora troppo pochi sono consapevoli, occorre reagire. Per questo motivo, come accennavo, è stata fondata l’associazione “Vincere la paura”, che ha lo scopo di salvaguardare, in senso lato, la libertà di parola, di espressione e di religione in Italia, in Europa e nel mondo arabo-islamico. In modo particolare, detta associazione si occuperà di fornire sostegno legale e, qualora possibile, finanziario a chiunque, sia bersaglio del cosiddetto “jihad legale”, a chiunque, venga imposta la conversione per potere celebrare il proprio matrimonio civile, con una donna musulmana, a chiunque, venga minacciato o subisca violenza, in nome di una tradizione o di una religione, a chiunque, sia vittima di segregazione, maltrattamenti e discriminazione, in nome di una religione, a chiunque, venga più in generale minacciato e  quindi limitato nella propria libertà di religione ed espressione. Parimenti fornirà informazione corretta sulle suddette tematiche. L’Associazione si prefigge altresì di arginare le azioni di tutti coloro, singole persone e associazioni, che, cercano di limitare e sopprimere la libertà di espressione e di religione su argomenti quali l’islam, l’islam radicale, il terrorismo e il finanziamento del terrorismo, la libertà religiosa, ricorrendo allo strumento legale oppure facendo varare leggi, sull’istigazione all’odio e leggi anti-diffamazione, leggi contro: l’islamofobia. Vittime di queste procedure legali sono analisti, politici, giornalisti, famosi e non, e semplici cittadini. D’altro canto vittime della discriminazione: per motivi religiosi: e legati alla tradizione sono spesso donne. L’Associazione si occuperà anche di tutti quei musulmani/e che vengono accusati, direttamente o indirettamente, di apostasia al fine di tutelarli/e: e garantire loro la totale libertà nel vivere e praticare la propria fede.

Mi auguro che l’associazione “Vincere la paura”: possa trovare sostegno a livello internazionale ed inserirsi in un network che le consenta di operare al meglio per il raggiungimento dei propri fini.

Questo per quanto riguarda la prima parte del mio intervento.

Nella seconda, più breve, vorrei accennare ad un fenomeno, a mio avviso preoccupante, che coinvolge i mezzi di informazione occidentali. Prendo spunto da quanto ho ascoltato un paio di sere fa mentre ero sintonizzato su un celebre canale satellitare italiano, dove nel corso di una trasmissione di approfondimento sui tumulti esplosi nel mondo islamico, a seguito del controverso film americano su Maometto, si sono alternati a parlare due tra i commentatori più in voga nei salotti televisivi, entrambi esperti di geopolitica, Lucio Caracciolo, direttore della rivista Limes, e Stefano Silvestri, presidente dell’Istituto Affari Internazionali. Entrambi questi commentatori, sia pur con sfumature diverse, hanno accreditato la tesi che la Fratellanza Musulmana, che è andata al potere: attraverso: elezioni formalmente democratiche: dopo il rovesciamento dei regimi dittatoriali esistenti di Ben Alì, Mubarak e Gheddafi, sarebbe un movimento tutto sommato pacifico, democratico e moderato con cui l’Occidente, volente o nolente, può e deve rassegnarsi a convivere, quanto meno: per evitare derive integraliste ancora peggiori, mentre: i sommovimenti conseguenti alla diffusione: del film su Maometto (ma in realtà sappiamo che, almeno nel caso dell’assalto all’ambasciata americana in Libia, si trattava :di azioni pianificate da tempo, che aspettavano solo il pretesto per essere messe in pratica) sarebbero opera dei movimenti salafiti: legati ad Al Qaida, il cui obiettivo: sarebbe quello di far fallire le rivoluzioni: che nei media occidentali vanno sotto il nome di “primavera araba” (primavera perché, dopo l’inverno dei dittatori sostenuti dall’Occidente, avrebbe finalmente spalancato le porte della democrazia e del benessere alle popolazioni di quelle terre).

Mi sia permesso dissentire dall’opinione di così autorevoli studiosi. Le rivoluzioni che hanno interessato, e che continuano tuttora: ad interessare (vedi Siria), i paesi arabi a maggioranza islamica, non sono un argine alla presa del potere da parte delle organizzazioni radicali di stampo salafita, ma piuttosto ne costituiscono il preludio. Infatti, a parte il fatto che esistono evidenti aree di contiguità tra questi movimenti, apparentemente: in competizione tra loro, rimane il fatto, innegabile, che Fratelli musulmani e terroristi salafiti, se differiscono quanto a strategia, hanno in realtà un unico comune obiettivo, consistente nella totale islamizzazione della società, con la riduzione delle minoranze non musulmane (cristiani in primis per ragioni storiche) al ruolo di “dhimmi” privati dei diritti più basilari, tra cui quello alla vita, all’integrità ed incolumità personale e dei propri beni ed alla libertà di praticare la religione cristiana. Ne abbiamo avuto una dimostrazione quanto mai lampante proprio in questi giorni. Violenze e proteste così diffuse e prolungate, in tutto il mondo islamico, sarebbero state inimmaginabili fino a poco più di un anno fa, quando erano al potere i tanto disprezzati regimi dittatoriali. Dobbiamo quindi toglierci dalla testa che le rivoluzioni e la democrazia siano per forza una cosa buona, mentre in realtà in determinati contesti, quale appunto quello islamico, sono il preludio di una terribile persecuzione per i cristiani abitanti di quelle terre, che se non interveniamo (e se non interverremo saremo moralmente complici) potrà assumere dimensioni apocalittiche. Grazie.

****************
Le stragi in Siria: se la cristianità non afferma, che l'islam è un nemico mortale, sarà spazzata via.
di Silvana De Mari.
10/10/2012 22:00:59 Notizie atroci arrivano dalla Siria. Foto di chiese depredate e bombardate, miliziani della jihad islamica che mostrano in caroselli fatte con le auto le croci divelte come bottino di guerra. La foto di un bambino sgozzato. La foto di un uomo con il volto tumefatto cui per ridere è stato divelto un occhio. La foto di un cadavere cui è stata tagliata via la faccia da vivo.

Un gruppo di bimbi è accoccolato sulle macerie del convento che fungeva da orfanatrofio.

Una decina di bambini dorme per terra sul pavimento di un’aula scolastica: sono i profughi in Libano, accolti nelle scuole perché non c’è altro.

Anche gli islamici soffrono in questa guerra terribile: trecentomila sono in Giordania, racconti in campi profughi, ma per loro almeno c’è qualche aiuto, per loro si alzano campi profughi: tende, cucine, latrine campi giochi. Per i cristiani non ci sono aiuti. Gli aiuti internazionali sono distribuiti da organizzazioni islamiche che non soccorrono i cristiani. Perché dovrebbero? Uno degli scopi della guerra civile in Siria è “purificare la Siria dal cristianesimo”. La Siria è la seconda culla della cristianità. Le trecento chiese più antiche sono in Siria, o forse sarebbe più corretto dire che erano in Siria, fino all’anno scorso. Ora non so cosa ne resti. La terza culla della Cristianità è il posto che adesso si chiama Turchia, perché prende il nome dai turchi, popolazione arrivata dall’Asia centrale. La città che ora si chiama Istanbul si chiamava Costantinopoli ed è la città dove la cristianità è uscita dalla persecuzione, quindi dovrebbe essere una città santa del cristianesimo. Costantinopoli è caduta il 29 maggio del 1453 ed era martedì. L’evento è stato una tale tragedia da essere stato messo dal popolino,  sullo stesso piano della crocifissione di Cristo avvenuta di venerdì, e ricordato in una specie di proverbio. Di Venere e di Marte, non ci si sposa e non si parte, e non si comincia un’arte. La superstizione è un tentativo di rendere prevedibile la storia sottraendola alla follia, e contiene, come ogni mito, la realtà degli eventi. Cominciò con il massacro: della presa di Costantinopoli l’estirpazione della cristianità dal Mediterraneo. I cristiani erano il 100%. della popolazione della “Turchia”, all’inizio del secolo scorso: erano il 30%, poi il genocidio degli Armeni, le conversioni forzate e la fuga ne hanno ridotto il numero allo 0,6%. Nella città dove è stata scritta l’Apocalisse di San Giovanni: il cristianesimo non esiste più. L'Apocalisse si rivolge alle Chiese d'Asia, perché il Cristianesimo era un religione asiatica: dall'Asia è quasi completamente estirpato. I turisti in Turchia: sono accompagnati da guide che mostrano rovine con scritte greche e latine: che loro non sanno decifrare: perché dovrebbero? La lingua degli sconfitti, come la loro cultura è spazzatura.  Il cristianesimo: tra non molto non esisterà in Siria, per eliminarlo occorre annientare i corpi dei cristiani, ucciderli, torturarli, spingerli alla fuga. Il loro dolore è inascoltato. Ascoltarlo è politicamente scorretto, vuol dire far saltare la grande menzogna del dialogo interreligioso: andate a dialogare: con i miliziani che urlano felici dopo aver distrutto una chiesa e sulle loro jeep vanno a caccia di cristiani. Vuol dire far saltare la menzogna che non è in atto uno scontro di civiltà. Vuol dire far saltare la menzogna che il problema è Israele. Molte  gerarchie religiose amano l’islam, diciamocela questa verità, perché è maledettamente vera. Violando il Vangelo che ordina, un ordine tassativo, assoluto, l’obbligo principale di ogni cristiano, di evangelizzare, portare la buona Novella, che è una e una sola, affermano che tutte le religioni portano a Dio e rifiutano di “fare proseliti”, cioè convertire. Il cardinale di Milano ha compiuto l’agghiacciante gesto di inchinarsi davanti al ramadan: il suo compito era affermare che il ramadan è una pratica crudele che costringe a soffrire la fame e la sete e distrugge la capacità di lavoro, distrugge gli stessi neuroni,  e affermarlo fino al martirio.

La cristianità  non esisterà tra breve in Nord Africa, che quando era cristiano era ricco, verde, la Libia era il granaio dell’impero, era colto: la biblioteca di Alessandria, le dispute filosofiche, le pitture belle come quelle di Fayum: tutto cancellato, tutto perso. L'agricoltura affidata a schiavi ha distrutto l’irrigazione, che presuppone lavoro intelligente, non coatto, di gente che lavora per sé e per i propri figli. Il taglio degli alberi per fabbricare le navi che per secoli hanno fornito schiavi, era la mia gente, ha desertificato il Nord Africa. Il Sudan è stato un luogo ricco e colto, culla della civiltà copta, che dall’Egitto ha raggiunto l’Etiopia. I regni copti di Dongola e Axum hanno partecipato alla prima crociata. Lo hanno fatto per liberare il Santo Sepolcro, distrutto dagli islamici, che crocifissero i pellegrini: l’idiozia dell’islam religione di pace e tolleranza lasciamola ai deliri del regista Ridley Scott, l’idiozia delle crociate fatte per motivi economici, in un’epoca in cui dell’economia non si aveva nessuna idea, lasciamola alla critica degli storiografi marxisti, che, poveretti, partono dal presupposto che Lenin fosse intelligente e Marx buono, che non sono nemmeno riusciti a capire che il marxismo altro non è che la teorizzazione del ritorno allo stato feudale e quindi sono allenati alla storiografia fantastica. Ma non è stato il solo motivo: c’era anche la necessità di salvare la testa dei loro figli e il ventre delle loro donne: una volta diventato il Mediterraneo un mare islamico, la cristianità sarebbe stata distrutta, come l’ebraismo.  Islamico, il Sudan è un luogo di dolore, miseria, sterminio.

La cristianità preferisce aggredire Israele, inventarsi che il popolo palestinese, così si chiamano adesso gli occupanti islamici di Samaria e Galilea, che gli egiziani spostati nella Striscia di Gaza da Nasser siano un popolo che sta subendo un’occupazione militare, un popolo che ha il “diritto” di distruggere lo stato di Israele, o perlomeno di continuare a provarci, senza che gli israeliani abbiano il diritto di difendersi.

Cosa c’entra Israele con i cristiani massacrati in Siria? E con i copti massacrati in Egitto? E con i cristiani bruciati vivi in Nigeria: c’è un agghiacciante filmato che mostra corpi in fiamme che cercano di sottrarsi.

C’entra, anzi è tutto lì. La parte più ignobile e folle della cristianità, o delle persone che si credono cristiane,  si è schierata contro Israele. Nella mente di molti, di troppo, è rimasta l’idea folle che un popolo abbia la responsabilità del Deicidio. La responsabilità del Deicidio ce l’ha Dio. Gesù Cristo deve andare verso la morte, è necessario, non la evita e la cerca. Lui è l’unico responsabile di una Morte che è il Dono a tutti noi, la certezza che nel dolore c’è Dio, non una sua punizione. Dal punto di vista storico la crocifissione, supplizio romano, è stata eseguita  da soldati Romani, sotto l’impero romano, per ordine di un prefetto romano. Gesù è stato ucciso da romani, non dai romani, tutti, ma da alcuni romani, quelli lì, quelli presenti, in quel momento. Era stato condannato a morte da ebrei, non dagli ebrei, da alcuni ebrei, altri erano suoi seguaci, la maggioranza non sapeva nemmeno cosa stesse succedendo e nemmeno chi fosse Gesù perché non abitavano a Gerusalemme e non l’avevano mai incontrato. Coloro che lo avevano condannato a morte avevano chiesto la sua morte, non che fosse ucciso in maniera così atroce. In realtà ricordiamoci che Cristo era ebreo, uno di loro, e che i romani erano gli altri, i nemici, gli occupanti. Esiste una teoria, e non è del tutto balzana, che il sinedrio abbia condannato a morte Gesù dando per scontato che con la sua dialettica davanti a Pilato se la sarebbe cavata, evitando la pena di morte. Era una maniera per  rimettere in riga un eretico. Ma Gesù davanti a Pilato tace, perché deve andare incontro al suo destino, che è la nostra salvezza.

Moltissimi cristiani conservano l’odio per gli ebrei, l’odio per Israele, si sono alleati spiritualmente o fisicamente con l’islam perché distrugga Israele e realizzi così l’antisemitismo che conservano nelle loro menti minuscole e nei loro cuori aridi e secchi come il deserto che ha racchiuso la grandezza di Cristo per 40 giorni senza esserne toccato e senza germogliare. Racchiudono La certezza che il popolo di Israele debba essere “punito” con la diaspora, e che quella diaspora non debba finire.

Questa teoria è contenuta nelle parole di molti Padri della Chiesa, che erano Uomini, e come tali fallaci. Grandissimi da un lato, peccatori di odio e superbia dall’altro. Come sbaglia Abramo per alcuni versi grandissimo e per altri ignobile: quando spaccia una bellissima sposa per sua sorella, quando si unisce alla schiava. Come sbaglia Davide, grandissimo re che commette l’azione ignobile di mandare a morte il soldato fedele per rubargli la sposa. Noi siamo uomini. E possiamo essere grandissimi e ignobili e nessuno è al riparo da questo. Solo Cristo non commette errori, solo Maria non commette peccati. Gli altri sì, anche i grandissimi, anche i patriarchi, anche i padri della Chiesa. Cristo non è morto in croce perché si fondasse una religione dogmatica dove la parola di altri valga più della sua.

“Perdona loro che non sanno quello che fanno” è stato pronunciato: da quell’istante tutti i veri responsabili della crocefissione, un pugno di ebrei intolleranti e un pugno di romani molti crudeli, sono stati perdonati e chiunque violi quel perdono sta violando la volontà di Dio. In quale punto del Vangelo Cristo vi ha incaricato di vendicarlo?

Il cristianesimo davanti al nazismo che era un pericolo mortale, che dichiarava Cristo e Maria e Pietro appartenenti a una razza inferiore,  ha preferito non riconoscere lo scontro di civiltà. Usare saggezza, cioè viltà. Gli ebrei sarebbero stati massacrati, salvo qualcuno salvato in qualche convento, ma non basta, e la cristianità non sarebbe stata toccata. Il risultato è stato Auschwitz.

Ora di nuovo una parte del cristianesimo, o di sedicenti cristiani,  commette lo stesso crimine: si schiera contro Israele, si vende alla causa del terrorismo islamico, ingentilisce la propria voce davanti al mostro.

Non è  per avere la salvezza fisica dei propri figli. I figli del cristianesimo erano al sicuro negli anni 60. E’ stata l’approvazione occidentale e di una mostruosa parte di gerarchie ecclesiastiche al terrorismo palestinese che ha scatenato la belva. Il Sinodo dei Vescovi del medio Oriente ha assolto il terrorismo islamico affermando che ogni suo gesto è dovuto all’esasperazione dell’esistenza di Israele, “un corpo estraneo che rode” è stato definito. Di ogni gesto contro i cristiani sarà ritenuto responsabile Israele: la belva è stata scatenata. Certo che Israele è un corpo estraneo: un luogo di democrazia, di civiltà di pace dove i cristiani aumentano e non sono perseguitati. Certo che “ rode” che in paese che, quando islamico era una terra di sassi, paludi e scorpioni, ora sia un luogo di progresso e benessere. Per gli stessi motivi, sono oasi di lavoro, di benessere, di pace, sono considerate corpi estranei che rodono le comunità cristiane.

I risultati li abbiamo sotto gli occhi.

La Provvidenza non permette che lo stesso errore, lo stesso crimine, venga commesso due volte e la storia nemmeno. O la cristianità si schiera con Israele, o afferma che l’islam è un nemico mortale per entrambi, o riconosce che nessun dialogo è possibile con chi ha condannato l’adultera dopo che era stata graziata, o verrà spazzata via.

E questo non può succedere.

Non succederà. Se succedesse vuol dire che quello che è successo sul Carmelo non ha avuto senso.

Quindi non succederà. Non può succedere.

Cominciamo noi. Basta un’unica fiaccola perché il buio non sia assoluto. E da una candela all’altra, da una fiaccola all’altra la luce riconquista il mondo e il buio viene vinto.


****************
Una bellissima notizia: il premio Nobel per la pace all’Unione Europea (impegnata nell'islamizzazione dell'Europa!)
di Silvana De Mari
16/10/2012 11:42:45 L’Unione Europea è l’istituzione che più di ogni altra si è adoperata e si sta adoperando all’islamizzazione dell’Europa. Due piccoli esempi, due minuscoli particolari che riporto in quanto, essendo piccole cose, saranno sfuggite ai più. Con il denaro dei nostri contributi, in un'Europa in crisi economica, la Ue l’anno scorso nell’ambito delle attività culturali ha indetto un premio in denaro ( molto denaro) alla migliore foto di minareto o moschea su suolo europeo, (http://www.cafebabel.it/article/36468/europa-islam-perche-concorso-minareto-piu-bello.html ). Cinque milioni di euro sono stati sperperati dalla Ue per agende scolastiche. L’agenda ogni studente se la compra da solo, scegliendo quella con la grafica e le immagini o i fumetti che preferisce. L’agenda scolastica statale viene buttata. Ma la cosa gravissima è che le agende riportavano le feste religiose di tutte le religioni meno il cristianesimo, mancavano Pasqua e Natale.

Eurabia. Come l’Europa è diventata anticristiana, antioccidentale, antiamericana, antisemita è il titolo dell’imperdibile saggio della scrittrice Bat Ye’or, nata in Egitto, in cui spiega come la Comunità Europea, insieme al mondo culturale europeo, incluso gli accademici che assegnano i premi Nobel, abbiano distrutto l’anima dell’Europa e la stiano consegnando all’islam. Bat Yèor, come Magdi Cristiano è costretta a muoversi con la scorta: quando qualcuno subisce minacce di morte possiamo assumere che vale la pena di conoscere le sue parole.

 All’inizio della mia ricerca, l’antisionismo dell’Unione Europea mi sembrava un elemento accessorio della genesi e della creazione di Eurabia, e mi accingevo a ridimensionarne al massimo l’importanza, ma ben presto ho compreso l’inutilità di tale sforzo, poiché esso costituiva in realtà il nucleo essenziale, la colonna portante e la mente di Eurabia. Questa situazione è esplicitamente enunciata nella raccomandazione 11 del Progetto dei Fratelli Musulmani: «Adottare la causa palestinese nel progetto islamico mondiale, su un piano politico e attraverso la prospettiva del jihad, poiché si tratta della chiave di volta della rinascita del mondo arabo oggi».

Si potrebbe pensare che questo jihad non miri solo alla distruzione di Israele. E invece è stata proprio la questione palestinese lo strumento utilizzato dal jihad per disgregare l’Europa: essa ha costituito infatti il fondamento e l’impianto organico su cui è sorta Eurabia, il cuore dell’alleanza e della fusione euroarabe, germogliate sul terreno dell’antisionismo. Ora, i rapporti tra Europa e Israele, cristianesimo ed ebraismo, non investono soltanto l’ambito geostrategico, ma rappresentano il vincolo ontologico e la linfa vitale di tutta la spiritualità dell’Europa cristiana. Sono questo collante, questa spiritualità che oggi si disfano e si disintegrano in Eurabia, dove il culto della fine di Israele, alimentato dalla «palestinità», assicura il trionfo dell’ideologia dell’odio propria del jihad. Il palestinismo, nuovo culto europeo che ha preso il posto della Bibbia, sta dando forma, all’interno di Eurabia, ai miti fondanti del jihad: la supremazia morale e politica dell’islam.

Contrariamente a tutti gli altri, assegnati in Svezia, il Premio Nobel per la Pace è assegnato da accademici norvegesi: si tratta di cinque individui senza alcuna dote, fortemente politicizzati, che usano il “prestigio” e soprattutto il denaro legati al Nobel a chiunque sostenga le loro idee e dato che è il governo norvegese a nominare gli accademici il nobel  (minuscolo) per la pace (minuscolo) è semplicemente un mezzo perché il governo della Norvegia estenda al mondo la sua influenza. Il Premio Nobel per la Pace viene assegnato da una commissione di cinque persone scelte dallo Storting, il parlamento norvegese. Secondo la definizione che l’Unione Europea stessa dà di antisemitismo, molti dei membri del parlamento norvegese sono antisemiti. (Dr.Manfred Gesternfeld, Behind the Humanitarian Mask). Per chiarezza, basti ricordare la reazione dell’ex primo ministro norvegese Kare Willock alla scelta di Rahm Emanuel a capo dello staff presidenziale da parte di Obama: “Non è molto promettente (come Presidente, n.d.a) se sceglie un capo di staff ebreo” (29 marzo 2011 “Norway to Jews: You’re Not Welcome Here” di Alan Dershovitz, professore di diritto a Harvard).

La situazione svedese non è molto migliore, peraltro, e possiamo valutarla dall’assegnazione dei premi nobel per la letteratura, dati a personaggi sempre minori, se possibili anticristiani, antisionisti, cioè antisemiti, pieni di disprezzo per la civiltà occidentale.

La Comunità Europea dal 1973 ha come scopo la disgregazione della spiritualità ebraico-cristiana, la disgregazione spirituale ed economica dell’Europa e la sua islamizzazione.

L’islamizzazione avviene mediante tre passaggi:

1) Libanizzazione. Un’immigrazione massiva, cui viene riconosciuto il diritto di voto e cittadinanza così da cambiare il tessuto europeo e la maggiore demografia islamica fanno sì che l’islam sia passato da sparuta minoranza a  minoranza di enorme peso nel giro di 40 anni e rischi di diventare maggioranza.

2) Affiancamento della sharia al corpo giuridico. Un musulmano non può vivere dove le leggi dell’islam non regnino, perché non potrebbe seguirle. Nell’islam la divisione tra religione e Stato non può esistere. La pretesa degli immigrati, o più spesso di cittadini islamici di prima e seconda generazione, è che vengano a loro riconosciuto il diritto a leggi opposte al diritto europeo, raccolte nella sharia.

3) Aiuti economici. La crisi economica, che permetterà l’ingresso di massicci “aiuti” arabi, con ulteriore presa di possesso. Gli sceicchi del Qatar si sono offerti, dopo aver comprato le Olimpiadi, di fornire gli aiuti necessari per le fatiscenti periferie islamiche in Germania e Francia (periferie che sono degradate solo dove sono occupate da islamici). Sul Corriere della Sera di due giorni fa un’intera pagina al principe saudita che propone aiuti all’Italia.

Sono rimasta perplessa per i Premi Nobel ad Arafat, Rabin e Peres ma c’era la speranza che una vera pace potesse nascere, sono rimasta nauseata davanti agli scandalosi premi a Carter, all’Onu che ha un'Assemblea che permette a un uno Stato di dichiarare pubblicamente di voler distruggerne un altro, Al Gore,  El Baradei,  Ahtisaari e Barack Obama. Questo ultimo premio assegnato al gioiello del disastro economico e politico, alla più grandiosa rappresentazione, seconda solo alla defunta URSS,  di una burocrazia onnipotente, mostruosa, distruttrice di ricchezza, corrotta e stolta invece mi rende felice. Individui come Barroso,  Ashton, Olli Rehn, e anche Juncker, Draghi e tanti altri, grazie ai quali  paesi come la Grecia, la Spagna e per certi versi anche l’Italia ed il Portogallo sono messi a ferro e fuoco e sull’orlo della guerra civile,  una guerra fra poveri che, pieni di privilegi e vitalizi,  stanno permettendo  a banche ed alta finanza per speculare i risparmi di decine di Stati.

Grazie a questi individui ora l’Europa è un luogo dove l’antisemitismo è a livelli superiori che nel '34.

Il Nobel per la Pace 2012 viene assegnato all’Unione Europea per “gli oltre sei decenni di contributo all’avanzamento della pace e della riconciliazione, della democrazia e dei diritti umani”, proprio nel momento in cui l’antisemitismo dilaga in maniera travolgente attraverso stati e oltre confini, e interi stati sono sull’orlo della bancarotta e della guerra civile.

Perché sono contenta? Perché questo premio sta irritando. I disoccupati greci e anche quelli spagnoli ne hanno abbastanza di queste idiozie. Il premio arriva per cercare di rafforzare il prestigio di una Unione Europea e significa che il suo prestigio ha bisogno di essere rafforzato perché è allo sbando. Si stanno sostenendo gli uni con gli altri, mondo culturale, mondo economico e mondo politico, perché stanno sprofondando. E lo sanno.

Questa Europa senz’anima e senza attributi sta morendo.

Ora la necessità è ricreare gli spazi nazionali e che all’interno di questi spazi il mondo culturale si riempia di nuovo di amore per il cristianesimo e l’ebraismo. È il nostro turno.

****************
La verità non esiste più, trionfano la dittatura finanziaria ed islamica.
di Magdi Cristiano Allam
22/10/2012 07:56:22 (Il Giornale) - La verità non esiste più! La più grande perdita della nostra civiltà laica e liberale è la negazione della nozione stessa di verità. L'ideologia del relativismo è innanzitutto un'offesa alla ragione perché pregiudizialmente ci viene imposto di mettere sullo stesso piano tutte le religioni, le culture, i valori e persino i fatti a prescindere dai loro contenuti. Ciò si traduce nella tesi secondo cui la verità si deve coniugare al plurale. Di conseguenza noi abbiamo cessato di sapere chi siamo, perché anche l'A,B,C della nostra umanità, il nostro essere persona, famiglia e la vita stessa devono essere riformulati in modo difforme dalla nostra tradizione, cultura, civiltà e persino dalla scienza.

La verità è che in Siria è in atto un vero e proprio genocidio dei cristiani. Ma non solo nessuno lo dice, all'opposto i nostri mezzi di comunicazione di massa falsificano la realtà per giustificare il fatto che questo Occidente è schierato dalla parte dei carnefici dei cristiani.  Eppure si continua a volerci far credere che dobbiamo sostenere la cosiddetta “Primavera araba”, la più colossale menzogna mediatica della storia recente del Medio Oriente, dove i terroristi islamici vengono nobilitati come “attivisti”.

La verità è che Mario Monti sta distruggendo l'economia reale con oltre 224 mila imprese fallite nel 2012, la disoccupazione senza precedenti fino a registrare un milione di posti di lavoro in meno in pochi anni, il calo del Pil e della produzione industriale, il costo della vita che s'impenna tra crescita delle tasse, dell'Imu, dei carburanti, delle bollette di luce, acqua, gas e nettezza urbana, dei beni alimentari. Eppure i principali giornali e le televisioni nazionali, unitamente ai tre principali partiti in Parlamento che lo sostengono, ce lo rappresentano come il salvatore della patria e sin d'ora ci fanno intendere che verosilmente Monti sarà riconfermato dopo le elezioni anche se lui non si presenterà, perché in ogni caso chiunque vincerà, come ha chiarito il capo dello Stato Napolitano, dovrà ottemperare agli impegni sottoscritti con la Banca Centrale Europea. A che serve dunque andare a votare? Che fine fa la sostanza della democrazia se le elezioni si riducono ad un rito formale?

La verità è che stiamo subendo la dittatura della finanza speculativa che per riciclare una massa di denaro virtuale (titoli derivati, pari a 787 mila miliardi di dollari nel 2011), che è circa 12 volte il Pil mondiale (Prodotto Interno Lordo, pari a 66 mila miliardi di dollari nel 2011), impone e condiziona il potere politico ovunque nel mondo, così come stiamo subendo la schiavitù del signoraggio bancario della moneta, che è una tassa iniqua che dobbiamo pagare semplicemente perché abbiamo attribuito la prerogativa di emettere la moneta ai banchieri privati della Bce. Eppure chi ne parla tra coloro che ci governano e la stampa che sostengono i poteri finanziari forti? Nessuno!

La verità è che quest'Unione Europea è un'istituzione illegale, anti-democratica, guerrafondaia, perché impone le proprie leggi a degli Stati sovrani come se facessimo parte di uno Stato unitario, quando nel diritto internazionale un'istituzione sovranazionale non può emettere leggi vincolanti per i suoi membri; perché i poteri esecutivo e legislativo sono detenuti dalla stessa istituzione della Commissione Europea; perché i suoi membri hanno partecipato a quasi tutte le guerre che ci sono state dal dopoguerra e hanno recentemente promosso la guerra in Libia. Eppure le è stata assegnata il Premio Nobel per la Pace! è un oltraggio alla verità!

La verità è morta e trionfa la menzogna! Ci stiamo irresponsabilmente assoggettando alla dittatura ideologica degli islamici sostenendo che l'islam e il cristianesimo sono la stessa cosa, che i Fratelli Musulmani e la Democrazia Cristiana sono la stessa cosa, che il terrorismo islamico e la resistenza dei partigiani sono la stessa cosa. Ci stiamo irresponsabilmente sottomettendo alla dittatura finanziaria convincendoci che dobbiamo fare penitenza dopo aver vissuto da spendaccioni al punto da accettare di sacrificare la nostra vita per salvare l'euro. Così facendo stiamo perdendo la vita, la dignità e la libertà. La nostra salvezza dipenderà dalla nostra capacità di recuperare la ragione e riesumare la verità. Viva la verità! twitter@magdicristiano

****************
Ue: 800 cittadini europei combattono a fianco dei ribelli siriani.
di \ www.imolaoggi.it
22/05/2013 14:27:18 22 MAG – Circa 800 cittadini europei combattono attualmente in Siria a fianco dei ribelli contro il regime di Bashar al Assad. Lo scrive Le Figaro, citando stime di un diplomatico dell’Ue, confermate da un dirigente dell’opposizione siriana. Tra i combattenti, di cui alcuni hanno raggiunto le fila del gruppo jihadista Jabhat al Nusra, ci sarebbero un centinaio di francesi, altrettanti britannici, 50-70 belgi, numerosi tedeschi per lo piu’ di origine turca, irlandesi, kosovari e danesi.

Siria: Nelle milizie islamiche ci sono oltre 100 europei che hanno risposto a chiamata al jihad.

Siria, vescovo Aleppo accusa Usa e denuncia: islamisti anche dal Belgio.

Minacciati dai combattimenti, una quarantina di loro ha cominciato a fuggire in Turchia. Ma il loro eventuale rientro in Europa, dopo un addestramento estremista, preoccupa i servizi antiterrorismo. L’ultima stima di combattenti europei in Siria, fornita un mese fa dal coordinatore dell’antiterrorismo Ue, Gilles de Kerchove, parlava di 500 persone. (ANSAmed).

CHISSA’ SE GLI 800 EUROPEI SONO FRA QUESTI.

**********************
Olanda riconosce la poligamia: celebrata la prima unione legale.
di VoxNews 22/05/2013 20:14:51 E’ l’esito logico dell’approvazione delle unioni omosessuali. Venerdì scorso in Olanda è stata riconosciuto ufficialmente il primo caso di poligamia “legale” in Europa. Victor de Brujin (46 anni) ha sposato sia Bianca (31 ani) che Mirjan (35 anni) in una cerimonia davanti a un notaio che ha registrato la loro unione civile.

“Amo sia Bianca che Mirjam, così le sposo tutte e due”. Questo ha dichiarato Victor de Brujin di 46 anni. E così l’Olanda fa un altro passetto verso il baratro. Lui le “ama” tutte e due.

Già coniugato con Bianca, due anni fa ha incontrato Mirjam in una chat. Lei ha lasciato suo marito per sposarne un altro già sposato.

“Mirjam e Bianca sono bisessuali. Con due donne eterosessuali sarebbe stato più difficile”. Insomma, un “triello”. E d’ora in poi saranno possibili tutte le combinazioni a piacere, come un gioco – un triste gioco – ad incastro.

“Un matrimonio fra tre persone non è possibile in Olanda, ma un’unione civile sì. Siamo andati dal notaio, vestiti da sposi, e abbiamo scambiato gli anelli. Pensiamo che questo sia solo un normale matrimonio”.

Olanda e Belgio sono stati i primi Paesi a dare pieni diritti di matrimonio agli omosessuali, aprendo così la strada a forme legali diverse dal matrimonio fra un uomo e una donna. Ecco, quando apri il vaso di Pandora, esce tutto. Non ci si limita ai matrimoni gay, perché una volta scritto per legge che “il matrimonio non è esclusivamente tra un uomo e una donna”, si apre la pertugio che poi diventa una voragine, da cui passa qualunque cosa. Diventa infatti impossibile, discriminare tutte le altre perversioni gusti e non permettere la poligamia, la pedofilia, l’incesto e il sesso con gli animali.
*****************

Soldato ucciso con machete a Londra.
di Ansa .
22/05/2013 20:32:51 Un soldato in servizio è stato ucciso da due uomini armati, che hanno urlato 'Allah Akbar'.

Orrore e paura nel pomeriggio a Woolwich, nel sud est di Londra. Un soldato in servizio è stato decapitato da due uomini armati di machete, che potrebbero essere integralisti islamici. La vittima è stata prima immobilizzata e poi uccisa. Durante l'attacco sono state utilizzate diverse armi, tra cui - si pensa al momento - anche un'arma da fuoco. I due uomini sono stati feriti dalle forze di polizia che sono subito intervenute.

Il fatto è avvenuto oggi pomeriggio a pochi metri da una caserma della Royal Artillery, reparto di artiglieria di sua maesta'. Secondo un testimone, citato da Sky News, l'uomo ucciso indossava una t-shirt dell'associazione di volontariato 'Help for Heroes', che aiuta i militari feriti in battaglia.

L'attacco sarebbe di matrice islamica. La polizia di Londra ha affermato che i due aggressori avrebbero cercato di filmare l'assassinio.

Secondo Bbc, che cita fonti governative, gli autori urlavano 'Allah Akbar'.

L'immagine di un nero con le mani insanguinate che impugna una mannaia e un coltello compare sul sito dell'emittente televisiva britannica Itv, che afferma di essere in possesso di un filmato in cui l'uomo, che si sospetta essere uno degli autori dell'attacco nel sud di Londra in cui un soldato è stato ucciso, parla guardando dritto nella telecamera pronunciando frasi come: "Nel nome del grande Allah, non smetteremo di combattervi".

Gli autori dell'attacco oggi nel sud di Londra in cui un soldato è stato ucciso "chiedevano ai passanti di fotografarli", secondo una testimonianza riferita dalla Bbc. Lauren Collins ha raccontato che era appena scesa da un autobus quando si è accorta che per terra giaceva il corpo di un uomo. Quelli che con tutta probabilità erano gli autori dell'attacco chiedevano intanto ai passanti di fotografarli.

Il ministro britannico degli Interni Theresa May ha confermato di essere stata aggiornata dal responsabile dei servizi di sicurezza (MI5) parlando di un episodio "barbaro e raccapricciante". E il primo ministro britannico David Cameron sarà di ritorno a Londra da Bruxelles già questa sera. Cameron è al momento in viaggio verso Parigi da Bruxelles dove ha preso parte al Consiglio europeo. è prevista comunque una conferenza stampa del primo ministro a breve a Parigi.
********************

Media e terrorismo: Allah è grande (e virtuale)?
di Domenico Naso
24/05/2013 09:47:17 http://www.intelligonews.it/media-e-terrorismo-allah-e-grande-e-virtuale/ - C’è qualcosa di agghiacciante e disturbante, nellla barbara decapitazione di un soldato inglese ieri a Woolwich. Non solo il gesto in sé, che ovviamente è raccapricciante, ma tutto il corollario di azioni e comportamenti da parte del commando terrorista che lo ha compiuto.

Uccidere a sangue freddo un uomo e poi chiedere a gran voce di essere filmato per andare sui notiziari televisivi o su internet, è forse il segno dei tempi sociali e mediatici che stiamo vivendo. Proprio in Inghilterra, qualche tempo fa aveva fatto molto discutere la serie televisiva Black Mirror, un inquietante viaggio attraverso le storture della società dell’immagine e dell’informazione in tempo reale.

E un episodio della serie (White Bear) narra proprio di pazzi assassini che amano farsi riprendere da inebetiti e insensibili cittadini, che seguono le “gesta” dei killer come automi guidati solo dalle videocamere dei loro smartphone. Un corto circuito socio-mediatico che, a quanto pare, ha infranto lo specchio della finzione scenica e ha invaso la realtà.

Il video esclusivo di ITV, che mostra l’assassino con il machete e le mani insanguinate che spiega il perché dell’attacco e pretende la ripresa televisiva, è il simbolo di una tragedia che va oltre il terrorismo. La matrice islamica dell’attentato è evidente, anche se resta da capire se si è trattato di un gesto poco organizzato o della realizzazione del piano di un’organizzazione più ampia, ma il salto di qualità mediatica è evidente. Non basta più, nemmeno agli efferati terroristi islamici, seminare morte e terrore per le strade delle nostre città.

L’omicidio eclatante e barbaro diventa quasi il mezzo, e non il fine. L’obiettivo finale è la visibilità mediatica. È la teoria warholiana dei quindici minuti di celebrità che travalica il pop e la società dell’immagine e diventa macabra rivendicazione di moventi ideologici o politici. È l’altro lato della medaglia della società dell’informazione in tempo reale e della rete globale. Tanti meriti, tanti contributi per migliorare la qualità della nostra vita, ma anche qualche variabile impazzita che può diventare una minaccia per la stabilità del sistema occidentale.
In Inghilterra, per adesso, regna un giustificato terrore. Ma prima o poi, passato lo shock, toccherà riflettere sugli effetti perversi di un sistema della comunicazione che forse ci sta sfuggendo di mano.

*******************

'Islam e Moschea', Magdi Allam: “il sindaco di Crema non conosce il significato dell'Islam, del Corano e della biografia di Maometto”
di Emanuele Mandelli
25/05/2013 10:08:44 da www.cremaonline.it - Crema - Sala dei Ricevimenti affollata per il passaggio cremasco dell’europarlamentare Magdi Cristiano Allam, ospitato dalla sezione locale della Lega Nord all’interno di una serata di discussione organizzata per parlare di Islam e della prospettiva di costruzione di una moschea a Crema.

La Bonaldi non sa di cosa parla
Ovviamente Allam durante la serata si è più volte riferito alla situazione locale: “Il sindaco sbaglia ad autorizzare la moschea e lo fa unicamente perché non conosce il significato dell'Islam, del Corano e della biografia di Maometto. Se si prendesse la briga di un serio approfondimento dei contenuti capirebbe che l'Islam più che una religione è un'ideologia”.

L’Islam non è moderato
“Un pensiero totalizzante che impone la violenza e il sopruso, il non rispetto dei cristiani e degli ebrei, oltre a considerare la donna come essere inferiore. Una non separazione fra elemento religioso e governo che porta come inevitabile conseguenza l'eliminazione dell'aspetto laico della società. Non esiste un Islam moderato, ma solo singoli musulmani moderati”.

Moschea o musalla poco cambia.
Sulla questione della reale denominazione della struttura ipotizzata a Crema, moschea o musalla, l’ex vicedirettore del Corriere della Sera è stato molto netto: “Innanzitutto è bene specificare che in entrambi i casi si tratta di sale di preghiera tra le quali non esiste differenza, se non per le dimensioni essendo la seconda semplicemente di dimensioni più ridotte”.

Uno sguardo a Londra.
Non sono mancati riferimenti ai recenti fatti di cronaca, in particolare sull’episodio di violenza avvenuto per le strade di Londra, con protagonisti due estremisti islamici: “Chi ha decapitato ieri il soldato britannico - ha affermato Allam - ha emulato Maometto che ha dato esempio su come ci si deve comportare con i nemici dell'islam”.

Le firme dei cremaschi.
Al termine della serata gli esponenti cremaschi della Lega Nord hanno annunciato che il prossimo 27 maggio depositeranno le firme raccolte in queste settimane di tutti i cittadini cremaschi che hanno voluto dire no all’ipotesi dell’insediamento in città di un centro culturale, moschea o altro luogo di culto afferente l’islam.